© 2009 Il Sole d'Italia S.A. de C.V. , società editrice costituita in Messico con sede a Playa del Carmen.
Messaggio dell’ambasciatore Roberto Spinelli.
Un saluto ai connazionali e ai nostri amici messicani

E' un vero piacere per me
portare questo mio saluto sulle
pagine de
Il Sole d’Italia,
giornale che fa onore alla
stampa italiana all’estero.
Ho da poco avviato la mia
missione come Ambasciatore
d’Italia in Messico ed è quindi
un’eccellente occasione per
salutare i connazionali
residenti che tanto hanno
dato e danno a questo
splendido Paese e, più in
generale, a tutti i nostri amici
messicani.
Italia e Messico sono uniti da
stretti legami di amicizia e
collaborazione non solo per
quanto riguarda le relazioni
politiche ed economiche
bilaterali ma anche a livello multilaterale. Il Messico è un partner strategico per l’Italia ed i
rapporti sono eccellenti, come è stato confermato dagli incontri svoltisi a massimo livello a
margine del recente Vertice  G8-G5 dell’Aquila - al cui successo il contributo di questo Paese
è stato rilevante - e durante la visita, lo scorso novembre, del Ministro degli Affari Esteri, On.
Franco Frattini, in occasione dell’inaugurazione della Fiera internazionale del libro di
Guadalajara, alla quale l’Italia era ospite d’onore.
Sto portando avanti varie iniziative per rafforzare ulteriormente tale partnership. Tra queste
vorrei ricordare l’organizzazione, d’intesa con la Segreteria per le Relazioni Esterne, della
Commissione Binazionale, che non si riunisce dal 1998, e quelle  dirette a rendere più
concreta la collaborazione e assistenza nel campo della sicurezza, quali, ad esempio, la
formazione.
Vorrei concludere questo mio saluto rivolgendomi in particolare alla Comunità italiana, che ha,
oltre che nell’Ambasciata, Istituto di Cultura, Ice e Uffici consolari onorari, preziosissimi punti di
riferimento anche nel Comitato degli Italiani in Messico, nel Consiglio Generale degli Italiani
all’Estero, nell’Associazione Italiana di Assistenza, nella Dante Alighieri e in tante altre
Associazioni. Nella comunità italiana in Messico esistono nuclei storici rappresentativi
dell’immigrazione dell’800 e gran parte del ‘900, che - come ho già indicato - tanto hanno dato
e continuano a dare a questo Paese, ma anche nuclei più recenti, quali, ad esempio,
l’«enclave» italiana che ha contribuito in maniera determinante allo sviluppo economico e
sociale della «Riviera Maya». Tanti italiani in Messico sono arrivati negli ultimi decenni,
sostanzialmente al seguito di imprese italiane o con l’obiettivo di realizzare attività produttive.
Si tratta quindi di una comunità dinamica, molto stimata e ben integrata nell’economia, nella
società e nella cultura del Messico al cui sviluppo ha dato un notevolisimo contributo e che,
insieme alla comunità messicana in Italia, è sempre stata in prima linea nel rafforzare i legami
di amicizia tra i due popoli.
Tra le priorità del mio mandato figura anche quella di effettuare visite negli Stati, con
particolare riferimento a quelli dove più forte è la presenza delle nostre comunità e degli
interessi economici italiani. Spero quindi di avere presto l’occasione di conoscere di persona
questa splendida realtà.
Il mio predecessore, Felice Scauso, che so aver lasciato un bellissimo ricordo della sua
missione in Messico, in uno degli ultimi articoli apparsi proprio su Il Sole d’Italia, conferma
quanto molti sostengono, e cioè che si incomincia a capire il Messico quando ci si rende conto
di non aver capito nulla. Ho riflettuto molto su queste parole e devo confessare che le
numerose e complesse facce del Messico e della «messicanità» non possono che rendere
ancora più interessante e culturalmente stimolante il senso del mio «viaggio» in questo
straordinario Paese.
Da Il Sole d'Italia, settembre 2009
ristorante italiano
in Messico.
Pizza in forno a legna,
chef italiano
Av. Constituyentes
entre 10 y 15
Playa del Carmen
www.espressoplaya.net
Roberto Spinelli, ambasciatore d'Italia in Messico.